Sony: su PSVita giochi da salotto

Jim Ryan di Sony Computer Entertainment Europa: un uomo davvero bello

Secondo chi scrive (“ciao, sono quello che scrive”) uno dei problemi fondamentali di PSP è stata la libreria di giochi. La sensazione di chi scrive (“ciao, sono quello con le sensazioni”) è che i titoli più importanti, più chiacchierati, più pubblicizzati e quindi più attesi, fossero tutti generalmente troppo vicini al concetto di videogioco che si ha quando si è seduti in salotto di fronte a un televisore e con un controller in mano. Non solo nella concezione del gioco in sé, che quindi tendeva a offrire un ritmo e un sapore differenti da quelli che vanno a braccetto con le partite in giro/sui mezzi/in sala d’attesa, ma anche nelle opzioni, nelle piccole rifiniture, nelle accortezze degli sviluppatori. Tutto questo nonostante il sistema di “hold” che teneva congelata in memoria la partita anche quando la console esauriva la batteria, una delle trovate più azzeccate di sempre. L’idea non era troppo balzana, comunque, visto e considerato che il costo e la paura di rovinare il lussuoso schermo, spingevano molte delle mie poche conoscenze dotate di PSP, a utilizzarla solo in casa. Insomma, una console da divano, più che da salotto, ma siamo lì.

Ora, con PlayStation Vita a pochi giorni dal suo debutto in Giappone, Sony pare avere ancora le idee confuse relativamente alle differenze che dovrebbero intercorrere tra il videogioco da passeggio e quello con ciabatte ai piedi. Jim Ryan, boss di Sony Computer Entertainment Europe, ha oggi concesso un’intervista a Gamesindustry.biz, di cui vi riportiamo questo glorioso passaggio:

“I think it would be safe to assume we will take a more tailored approach than perhaps we’ve done in the past. It’s our challenge to ensure that the gaming experience that we provide is closer to that TV console experience than it is to your 69p thing that you’ve downloaded on your iPhone, If we do that and we provide great value to the consumer on games like Uncharted, I think the possibility to sustain historic console type price points is there”

Ryan, insomma, sostiene che Sony ha ben chiaro e presente quale problema e quale ostacolo rappresenti attualmente il settore degli smartphone nel mondo del videogioco portatile e proprio per questo PS Vita deve muoversi in direzione ostinatamente contraria. Certo, non mancheranno proposte a prezzo ribassato, in particolar modo pensate per il mondo tutto digital delivery del PlayStation Network/Store, ma la vera missione sarà quella descritta qua sopra.

Uncharted Golden Abyss è l'esempio di gioco grande, grosso e costoso portato da Ryan

La linea d’azione delineata da Jim Ryan è suscettibile di più critiche, per quanto lui sia Capo di Mondo pagato decentemente, assieme alle altre teste d’uovo di Sony Universo, per capire come garantire a un proprio prodotto il massimo successo possibile… e noi si sia solo gli ultimi, scusate il termine, mammalucchi. Detto questo: pare ovvio che Sony voglia puntare a portarsi a casa tutti i cosiddetti “hardcore gamer”, epperò rimane da capire in che percentuale i giocatori appassionati siano anche interessati a un genere di divertimento differente, come quello portatile. Decenni di Game Boy e Nintendo DS, linee di console pensate per offrire qualcosa di differente rispetto a Super Nintendo/N64/GameCube e Wii, non l’hanno propriamente chiarito. Se Ciccio Giocatore Serissimo vuole spararsi un nuovo Uncharted, dopo essersi bevuto alla goccia il terzo capitolo sul suo televisore Full HD da 60″, siamo certi che sarà interessato a farlo su PS Vita? Che va bene tutto, ma è proprio un passo indietro.

Insomma, quella di Ryan sembra una chiamata alle armi: “sono ormai quasi vent’anni (18) che vi facciamo divertire in casa, ora prendetevi una PS Vita, rovinatevi di gioconi tripla A e a prezzo super pienotto e rimaniamo amici“, una cosa simile. Perché, ecco, il discorso parte tutto da qui, dall’idea che si possa sostenere anche in un mercato portatile una fascia di prezzo da titolo ad altissimo budget.

Detto tutto questo, è anche vero che le parole di Ryan possano suonare come obbligate. Se devi vendere un hardware portatile nuovo, che non è uno smartphone, che è pensato principalmente per i videogiochi, che costa comunque tra i 250 e i 300 euro… be’, sostenere che proverà a seguire le orme di un iPhone o di un Galaxy a caso, forse non è quanto di più coerente e utile si possa fare.
Vedremo.

8 commenti
  1. Praticamente, non hanno capito una mazza. A meno che PS Vita non avesse avuto un’uscita video (hdmi magari), della serie: gioco online con i miei amici a casa e in giro pure grazie al 3G.
    Se fossero furbi, oltre a questi titoloni versione ridotta darebbero molto spazio anche ai titolini stile iPhone. Ma secondo me è solo questione di tempo, li vedremo comunque, questa è la classica sparata solo per dire che PS Vita è Putentissima.

  2. Dukko ha detto:

    Cazzata mostruosa di Sony. Se voglio giocarmi un AAA, me lo gioco al pc o sul divano davanti al Full HD.
    Il gioco che ho più apprezzato su PSP è stato… wait for it… Katamari. Il secondo più apprezzato? Patapon.
    Tutti e due giochi casual, da una partita e via, della durata di 5-10 minuti. Il tipo di giochi che appunto fai su una console portatile.

  3. io la PSP la uso principalmente sul divano. E non potrei farne a meno.
    Del divano, intendo.

  4. Palletta ha detto:

    Quindi niente Locoroco? Uffa.

  5. alexross ha detto:

    io ci ho sempre giocato a letto… ed il freeze che congelava la partita e poi quando riaccendevi la console eri nello stesso punto era un sistema geniale! nintendo impara!

  6. Zave ha detto:

    Alex: quello già lo fa, il DS, da sempre. Chiudi e va in sleep.

  7. alexross ha detto:

    è vero! ma rimane la lucina accesa… e a me la lucina accesa non mi piace! invece su psp si spegne tutto

  8. Sergio ha detto:

    Ma soprattutto: perché i capoccia SCEE hanno tutti facce come il culo?

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: