Ninja Theory chiede a chi ne sa di più

Angeli & Demoni, Lacrime & Sangue, Azione & Cinema: è il prossimo DmC.

Tameem Antoniades è uno dei fondatori di Ninja Theory, team di sviluppo ultrabritannico (il quartier generale è a Cambridge) che dal 2004 in avanti si è messo di buzzo buono a sfornare videogiochi “in terza persona e incentrati sulla trama”. Definizione bruttina, questa, ma che lo stesso Antoniades ha utilizzato per definire il suo team parlando con quelli di Edge (in un’intervista pubblicata sul numero 233, quello con Skyrim in copertina. Ora, Devil May Cry è un gioco d’azione in terza persona, e sia. E sì, Devil May Cry vanta anche una sorta di traballante impalcatura narrativa che indaga le pulsioni, le ansie e i sogni di ammazzademoni, diavoli e infernale compagnia. Da qui a dire che sia proprio Ninja Theory il team giusto per sviluppare un nuovo episodio della saga di Devil May Cry, comunque, ce ne passa.

“E come si giocherà mai, a questo Devil May Cry?”.

Ce ne passa perché Dante, che di Devil May Cry è lo spiritato protagonista, è diventato famoso anche e soprattutto per la sua abilità di lotta, ovviamente appoggiata a un sistema di combattimento spettacolare e tecnico al tempo stesso. È il sistema di combattimento messo a punto dai meccanici di Capcom ad aver dato a Dante la possibilità di trasformarsi in una trottola mortale. E a livello di sistemi di combattimento, ecco, i precedenti lavori di Ninja Theory non è che abbiano mai convinto più di tanto. Anzi. Prima Heavenly Sword per PS3, con i suoi scontri lenti e leggerotti. Poi Enslaved, con le sue risse pigre e stanche. Leggenda vuole che le due avventure in questione avessero il loro perché, comunque. Erano girate bene (forse anche perché Antoniades è, per l’appunto, un appassionato di cinema). La recitazione dei modelli poligonali suonava credibile (forse anche perché sotto alle texture del protagonista di Enslaved respirava a fatica Andy Serkis, il Gollum de “Il Signore degli Anelli”). Pure le sceneggiature si dice che non facessero proprio venire il latte alle ginocchia (forse anche perché, in quella di Enslaved, c’era lo zampino di Garland, quello di “The Beach”). Regia, recitazione e sceneggiatura: tutte robe, queste, che in un nuovo Devil May Cry ci starebbero pure bene. Soprattutto se Devil May Cry fosse un film e non un gioco d’azione al 100%, tra l’altro, come accennato, pure molto tecnico.

Talmente tecnico, per intenderci, che c’è in giro gente che si è fatta una reputazione a botte di combo impossibili schienando i diavoli di Devil May Cry 3 e 4. E quasi viene da sorridere al pensiero della faccia di Antoniades quando gli è arrivata la telefonata di quelli di Capcom: “Che, ce lo fate il prossimo Devil May Cry? Del resto voi siete quelli dei giochi in terza persona e incentrati sulla trama, no?”. E come no. Ecco quindi che i tizi di Ninja Theory si sono messi subito al lavoro, tirando fuori un progettino che pronti via ha scatenato le ire dei fan di Dante. Ora, questa è una storia lunga e che ha quasi finito il carburante. Le ultime notizie comunque vogliono DmC, che è per l’appunto il prossimo Devil May Cry, ambientato in un universo parallelo con il protagonista che è Dante ma anche no: si è alla follia, insomma. Ma, come detto, questa è storia esausta.

Eccolo qui, DmC. Sembra Dante ma non è. Anzi, a dirla tutta non ci assomiglia nemmeno.

Molto più interessante, invece, è scoprire che Antoniades e i suoi, qualche giorno fa, si sono ritrovati a chiedere una mano ai migliori giocatori di Devil May Cry in circolazione. Di fatto hanno invitato nei loro uffici quei giocatori capaci di esibirsi in ultramosse megastylish un passo o due oltre il limite consentito, nel tentativo di dare una bella regolata al sistema di combattimento così come l’hanno/l’avevano capito e implementato loro. La ricompensa, per i disperati disposti a insegnare a quelli di Ninja Theory come si gioca a Devil May Cry, è lauta assai: rimborso del viaggio e pranzetto. Hai capito che roba.

Non è certo la prima volta che un team di sviluppo si trova a dover chiedere una mano ai giocatori. Era già successo con Devil May Cry 3, per esempio, che infatti pare sia basato su di un sistema di combattimento più complesso gratificante ed evoluto di quello del Due (e di quello dell’Uno). È curioso, poi, notare come la richiesta d’aiuto dei tizi di Ninja Theory sia arrivata solo qualche giorno dopo a quella dei ragazzacci di Naughty Dog. Che sono addirittura andati a bussare alle porte dell’inferno, quindi del forum di NeoGAF, per cercare di sistemare il mirino sbilenco del loro Uncharted 3, tra l’altro già nei negozi. Roba da matti? Sì. Ma anche no. Perché alla fin fine gli sviluppatori i giochi devono farli per noi che giochiamo, mica per loro. Pare sia la base dell’intrattenimento, questa: senza un pubblico, giù il siparo. Lo sapeva addirittura Totò. Evidentemente deve averlo scoperto pure Antoniades. Che, comunque, questo nuovo DmC lo farà girare a trenta frame al secondo. E che quindi è già rotto in partenza. O no?


La mail dell’invito di Ninja Theory

Hi,
I’m part of the team currently developing the new Devil May Cry title at Ninja Theory and I wanted to get in touch to see if you’d like to come in and play the game. Essentially I’m inviting in a very select few really top end DMC players to come and play through a section of the game and talk to some of our team about your experience.
We’ll pay for travel to and from the studio and will also provide lunch.
Let me know if this sounds of interest and I can give you some more details.

Cheers

2 commenti
  1. BrunoB ha detto:

    30 fps :'( e io che ci speravo

  2. Bell’articolo, mi è piaciuto leggerlo. Beh, sono un po’ pezzenti, ma visto che i videogiochi sono interattivi spero che si coinvolgano sempre di più i videogiocatori per migliorare certi dettagli prima di un’uscita importante. O anche dopo, ormai arrivano le patch. Sì, lo so, ripeto, sono un po’ pezzenti appunto.

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: