Uncharted 3: gloria, stampa e… soldi?

Uncharted 3 si apre così, con un bagai vestito di tutto punto. Tanto poi lo scassano subito di botte...

Quello di Uncharted è un cammino curioso: lanciato come una delle più importanti esclusive dedicate a PlayStation 3, il gioco di Naughty Dog ha faticato, nella sua prima uscita (Uncharted: Drake’s Fortune, 2007) a imporsi nel gotha dei migliori giochi del suo genere. O, perlomeno, non ha fatto scattare quella scintilla che tramuta un ottimo gioco in un’esperienza per molti indimenticabile e per tanti critici degni dei premi di fine anno. Che è poi quanto è successo due anni più tardi, quando il team statunitense lancia in pasto al suo pubblico un Uncharted 2: Among Thieves che in un certo senso sorprende e fa filotto: giocatori e critica specializzata sono d’accordo, è proprio un bel gioco.

Anzi, è diverso: Uncharted è una bella esperienza, che senza dubbio concede qualcosa a molti altri titoli, più raffinati e profondi sotto il profilo delle meccaniche di gioco, ma che teme pochi confronti quando si parla di valori produttivi e di capacità di creare una narrazione e un mondo affascinanti attorno a una cricca di personaggi. Che, poi, il tutto risulti anche più che godibile una volta che si ritrova il controller tra le mani, è tanto di guadagnato.

Uncharted 3: Stralusso Edition

Domani Uncharted e Nathan Drake festeggiano il terzo compleanno, anche se le candeline sono quattro, con Drake’s Deception si chiude forse l’arco narrativo dedicato alle avventure di Sir Drake in casa PlayStation 3. Tempo un mese e mezzo e il mondo a forma di Indiana Jones di Nathan tornerà nei negozi grazie a Golden Abyss per PlayStation Vita (in Giappone disponibile dal 17 dicembre, da queste parti toccherà aspettare fino al 22 febbraio 2012). Insomma, un bel daffare e poi… poi si vedrà. Magari con PlayStation 4 o magari mai o vai a sapere cosa…

Il cammino di Uncharted, comunque, è curioso perché tutti lo vogliono, tutti lo giocano ma, per essere (com’è) uno dei nomi più importanti e apprezzati della storia recente dei videogiochi, tutto sommato vende “pochino”. Dove con “pochino” si intende “qualcosa attorno agli otto milioni di copie spalmati su due giochi”, che non sono pochi, sono tanti. Sono una bella vagonata, anzi… solo che se poi vai a parlare con quelli di Activision del loro Modern Warfare, o ancora ti attacchi al citofono di EAD e gli chiedi come vada con quei giochini di Super Mario o, infine, mandi un bel messaggio diretto a CliffyB su Twitter… be’, ti senti raccontare di ben altri numeri. Ma, tutto sommato, checcefrega a noi?

Quindi, per festeggiare proprio la pubblicazione di Uncharted 3 (che già oggi si trovava in quasi tutti i negozi dello stivale, comunque), vi proponiamo qualche link. Così, una roba facile facile, anche perché siamo in vacanza, Shrapnel è sempre più roba da Chi l’ha visto?, Magiustra ha ‘sta brutta tendenza a respirare ogni tanto e Ualone è tutta un’invenzione, dato che non è mai esistito. Quindi ci siamo e non ci siamo visto che l’occupazione del sottoscritto, oltre a firmare queste povere righe, è proprio quella di giocarsi un po’ di questo benedetto Drake’s Deception.

E allora… che ne dite di:

E voi? Lo state giocando? Che ve ne pare? Siete vivi? C’è qualcuno? Ma non è un po’ preoccupante che il Bate Borisov continui ad attaccare? Qualcuno mi saluta Cassano appena lo vede? Grazie eh! Ci si vede magari in mezzo al multiplayer del gioco Naughty Dog. Ma probabilmente no, che poi mi asfaltate tutto.

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: