Videogiochi da (non) dimenticare

Ve lo ricordavate Billy Hatcher and the Giant Egg? Noi sì, figurarsi!

Se ci arrivano quelli di Edge, con il fiato corto, figuratevi noi. Il fine settimana di OneGameShot è ancora una volta all’insegna della tragedia, perché di trovare le energie per mettere assieme uno speciale sui migliori giochi da tavolo ispirati ai videogiochi non se ne parla proprio (anche se sarebbe il caso, visto che quelli di USAopoly.com hanno appena fatto sapere al mondo che il 3 ottobre, negli Stati Uniti, arriverà il Risiko di Metal Gear Solid). Inoltre proprio il mese scorso, su Retro Gamer (il manifesto pagano del retrogamer, accidentalmente anche una rivista UK pubblicata dalla Imagine), sei pagine sei erano state dedicate proprio ai board game di Pac-Man, Frogger e Donkey Kong. Insomma, c’è voglia di giochi di tavolo nell’aria e quindi uno specialino ci sarebbe stato giusto giusto.  Diciamo che lo mettiamo nell’elenco delle cose da fare. Piuttosto, sarebbe stato interessante farsi un tuffo nel mare magnum (per modo di dire) di tale Donald Mustard, capoccione di Chair Entertainment che, sia detto per i più curiosi, è uno degli studi di Epic Games. Il tizio, che in curriculum vanta il chiacchieratissimo Infinity Blade per sistemi iOS, è stato a lungo interrogato dalla cricca di IndustryGamers. Vai a sapere che tipo di informazioni volevano ottenere. Quello che è certo è che se ne sono venuti fuori con un titolone acchiappaclic, qualcosa tipo “Infinity Blade Developer Wants to See a Console In Your Pocket”. A giudicare dal Game Boy Micro che ci sporge dal tascone del cappottino autunnale, oseremmo dire che non è poi quella gran notizia bomba. In realtà il riferimento è a alla solita scalata tecnologica a botte di gigagrafica, nuvole e palmari. Troppa fatica mettersi a smontare pezzo per pezzo le idee del tizio, quindi meglio scavalcare il link e andare a curiosare nel giardino di quelli di Edge.

Odama

Non ci crederete mai, ma alla fine della fiera è un flipper. E pure bello.

Che, nemmeno a dirlo, per il fine settimana hanno organizzato uno specialino veloce che con i cereali della domenica mattina si sposa a meraviglia. Cinquanta dicensi cinquanta giochi disgraziatamente e ingiustamente dimenticati da Dio e dagli uomini (soprattutto dagli uomini, così a occhio). Lo trovate qui e tutto sommato vi consigliamo di buttarci un occhio, perché per quanto ci riguarda è questa la notizia “hot hot hot” del giorno, alla faccia del gioco da tavolo di Solid Snake e di quella del boss di Chair Entertainment. Occhio, però, a non aspettarvi chissà quali sorprese. Anzi, alcuni dei cinquanta illustri dimenticati sono dimenticati da tutti tranne che da quelli che contano qualcosa. Per intenderci, chi non ha memoria delle allucinate battaglie di Otogi? O, ancora, di Seaman, quel dannato pesce parlante che viveva nel tuo televisore (tramite Dreamcast)?

Seaman: e pensate che a un certo punto l'Arsenal aveva come sponsor il Dreamcast...

E poi ci sono le robette strane di Suda51 come Flower, Sun and Rain (la colonna sonora è pazzesca, per la cronaca). O il curioso Glover per Nintendo 64. E che dire del concettoso Odamaper GameCube, un flipper storico ma anche no, con tanto di schiere nemiche da prendere a pallate e un microfono di plastica dentro al quale gridare ordini ai propri soldati? Si ama ricordare in questa sede che è andata persa, e proprio all’ultimo istante, la modalità di gioco cooperativa: il secondo giocatore avrebbe dovuto suonare le conga mentre l’altro giocava a flipper, così da dare morale alle truppe. Pazzesco.

E Boktai e il suo sensore solare infilato nella cartuccia. E Billy Hatcher and the Giant Egg, che è roba di Yuji Naka così come Let’s Tap (che quelli di Edge hanno già dato per dimenticato). E così via, in una maratonda un po’ nostalgia che, se avete fatto partire “I Love You Porgy” nella versione di Flower, Sun and Rain, è proprio l’ideale per rovesciare due lacrime sul fondo della tazza dei cereali, con il cucchiaio sospeso nel vuoto e quello sguardo un po’ così. Da pesce lesso. O da Seaman. Che poi è lo stesso.

12 commenti
  1. Salvatore Riggio ha detto:

    bhe un articolo parecchio interessante, e con fierezza e orgoglio posso dire che possiedo oltre 30 di tutti quei giochi, ed è una piccola tristezza come fate già notare che troppe perle son state dimenticate quando in realtà mritavano molta ma molta più visibilità, un esempio boktai, oppure lo stesso mitico glover che ai tempi giocai tantissimo e mene innamorai (ogni tanto quando ho le palle che mi girano lo rigioco e almeno faccio girare altre palle) però io personalmente avrei anche altre perle dimenticate da elencare, uno su tutti, sembra che oramai nessun di ricordi di grandia, nessuno ne parla nelle riviste oramai in sede di recensione, nessuno dei miei amici lho ha sentito nominare, invece lo considero personalmente il miglior gioco di ruolo alla giapponese mai creato, si lo considero molto meglio di final fantasy vII o del VI E VI, molto meglio di chrono trigger, di xenogears di suikoden 2, o di molti altri acclamati capolavori del genere, diciamolo …quel gioco aveva un sistema formidabile di gameplay, una storia coinvolgentissima e dei personaggi indimenticabili. nonchè era davvero lunghetto. insomma parere personale è stato il miglior jrpg mai creato ma nessuno lo ricorda come se fose sparito (spero e sogno tanto in un remake)…..poi per me un goco che vale, anzi un coinop meraviglioso ma dimenticato è il meraviglioso mega twins della capcom, oppure conosciuto anche come chiki chiki boys, da bambino lo giocai tantissimo e anche oggi se spolvero il megadrive e infilo la sua cartuccia mi diverto oggi come ieri. altro titolo dimenticato di ci pochi ne parlano è sicuramente come presente anche nella lista è heart of darkness, ma ragazzi come abbiamo fatto a scordare un capolavoro cosi? questo gioco meritava molto ma molto di più, ha un atmosfera che ancora oggi funziona e un gameplay che diverte anche oggi, maledico la gene per averlo dimmenticato e che la loro maledizione si possa dissolvere soltanto se completano quel gioco 10 volte e chiedino un seguito ad alta voce che da qualche parte lo annunceranno . e adesso un altro che tutti, ma proprio tutti hanno dimenticato, alundra…. peccato enorme era uno dei pochissimi giochi che potevano rivvelaggiare contro zelda e anzi a parer mio presentava molti aspetti ancor migliori, aveva una struttura simile eppure aveva una personalità propria e meravigliosa, un mondo fantasy fantastico , e dei enigmi diabolici ma che ti facevano sentire realizzato quando ne complettavi uno, peccato che con il 2 hanno rovinato tutto ma il primo non può e non deve essere dimmenticato mai, anzi deve essere messo sul podio dei giochi migliori mai creato che in certi aspetti e mi sbilancio ora è addiritura migliore di ocarine of time anche se quest’ultimo è stato più curato. indimmenticabile e imperdonabile noi che lo abbiamo dimmenticato……..un ultima nota a quel gioco che oramai nessuno si ricorda , quel gioco meraviglioso che ti metteva nei panni di un personaggio di cui seguiremo la sua generazione di figli e figlie durante tutto il gioco, un cacciqatore di draghi, un indimmenticabile avventura incentrato su una spada (o anzi 3 ma meglio non rovinare la sorpresa a chi lo sta giocando…..cioè nessuno) un gioco epico, dragon valor, anche esso aveva diritto di tanta tanta più visibilità sogno ad occhi aperti al pensiero di quello che sarebbe potuto essere oggi, con le tecnologie odierne sarebbe stato una favola, e poi i draghi hanno sempre un certo fascino ma in pochi giochi li onoravano come si deve e dragon valor è uno di quelli. uno dei migliori giochi personalmente parlando della ps1.

    piccola nota. little kings story va giocato ora subito immediatamente e non voglio scuse , è ancora recente e lo si trova, su non leggere questo post di minchia ma corri al tuo negozio di fiducia e prendilo.

    se volete elncherò altri titoli meritevoli ma per ora non ho tempo, a prossima puntata di malinconie riggeschi a data inoltrata

  2. Zave ha detto:

    Heart of Darkness era un buon gioco, con un unico problema: il suo autore. Ai tempi l’ho recensito per Zeta e senza dubbio era un titolo ben fatto, curato e tutto quel che vuoi. Ma dopo Another World… era “solo” una versione parzialmente rivista e parzialmente corretta (c’era da correggere qualcosa?). Insomma: 5 anni e rotti di sviluppo per un altro Another World, un po’ meno ispirato.

  3. Salvatore Riggio ha detto:

    su questo concordo che era un altro another world che ha impiegato 5 anni ad uscire e risultava meno ispirato eppure non capisco, meritava lo stesso, e questo parere personale per me sono piccoli capolavori, e non capisco veramente come possa essere stato dimenticato, io se posso dire la mia, da un paio di anni vedo oramai solo una caduta in basso nel nostro mondo videoludico, si ok siamo tutti d’accordo che alcune perle ci sono sempre ma solo leggere questo articolo, i 50 titoli elencati ed aver viaggiato nel passato con la memoria….mi vien da dire che un tempo c’era più inventiva e le perle erano molto ma molto di più , questa gen per me è stata altamente mediocre, intendo la gen del hd per tanto tanti motivi. più si va avanti, più divento retrogamer, pensa che in questi ultimi 3 anni h giocato più a titoli “old” che new, per me si sta andando nella direzione sbagliata.

  4. Salvatore Riggio ha detto:

    managgia, mi è venuto una voglia matta di rigiocare ad heart of darkness, solo che ho trovato gioco e la playstation ma non trovo la memory card uffa :(

  5. Zave ha detto:

    Non riesci a giocarlo su PS3 emulato? Emula i giochi PS1? Oddio invecchio, mi sa che non li emula quelli PS1 vero? Maremma, fortuna che è domenica.

  6. Salvatore Riggio ha detto:

    cavolo zave, mi hai salvato la vita, ci credi che non me lo son ricordato proprio? è che io non ho mai usato la ps3 per giocare ai giochi ps1 ma bensi direttamente la ps1 che ho tutti montati assieme….lo ammetto son un cretino a non avermelo ricordato cmq si li emula i giochi ps1, almeno sulla versione fat ne son sicuro non so le slim

  7. Salvatore Riggio ha detto:

    la play la tenevo nascosto dietro la tv XD la versione one possiedo, è bella piccola, amo le console piccole :D

  8. Salvatore Riggio ha detto:

    sei vecchio io son già decrepito, non ricordavo nemmeno che c’era la possibilità di emularli, anzi l’ho rimosso del tutto dalla mente ….si mattì mi sa che invecchiamo….

  9. Zave ha detto:

    Ma sei sicuro che PS3 emuli anche PS1?

  10. Salvatore Riggio ha detto:

    si certamente, anzi se vuoi puoi anche giocare mettendo un disco nella play3 della ps1 e giocare via gioco remoto con la psp , yes ne son sicuro

  11. Zave ha detto:

    Vedi a non accendere PS3 da secoli che succede? :D

  12. Salvatore Riggio ha detto:

    hehehehehehe ineffetti, è un bel pezzo che non accendo più la play 3, lo dico e ribadisco questa gen hd mi ha deluso profondamente per mille motivi diversi benchè di perle si son viste anche in questa gen

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: