Nintendo 3DS: arrivano i mostri

Iwata si è inchinato mestamente due volte di fronte al pubblico giapponese, ma poi...

A Tokyo e dintorni è quasi ora di pranzo, qui da noi sono invece le cinque del mattino. La Grande Rete, che tutto prende e che tutto porta via, è in subbuglio. Quelli di Nintendo hanno infatti organizzato una conferenza, trasmessa pure in streaming, per illustrare il loro prossimo piano di battaglia. Obiettivo: sistemare per bene il 3DS sul territorio giapponese. Tanto per cominciare. Per quanto riguarda il resto del mondo, si vedrà.

Ci si aspettavano i fuochi d’artificio. E sono arrivati. Sono arrivati, sì, ma non subito. Quelli di Nintendo, del resto, sono strani. E quindi, per aprire una conferenza incentrata sul 3DS, ecco un nuovo trailer per Zelda: Skyward Sword. Che è un gioco per Wii. A illustrarlo è Shigeru Miyamoto. Tra l’altro armato di spadone gigante (Master Sword, per gli iniziati) preso in prestito dall’armeria di Hyrule. Già che c’è, ricorda pure i festeggiamenti per il venticinquesimo anniversario della saga, accenna agli imminenti concerti orchestrali, bofonchia qualcosa a proposito del prossimo concorso tematico a base di Flipnote e, tanto per finire in bellezza, annuncia la data di distribuzione (digitale & gratuita) di The Legend of Zelda: Four Swords Adventures (28 settembre). Che non sarà un remake della versione per Game Boy Advance. Piuttosto, un’edizione remixata, con nuovi dungeon, co-op locale e la possibilità di affrontare la sfida pure da soli (su GBA non si poteva fare). Ultimo appunto, prima di salutare Miyamoto (che nel frattempo è già sceso del palco e, si spera, tornato a faticare): The Legend of Zelda: Four Swords Adventures avrà la forma di un DSiWare. Il che vuol dire che si potrà giocare sia su DSi (ovviamente anche XL), sia su 3DS.

Tutto bene, dalle parti di Hyrule, insomma. Ma noi si era qui per sentir parlare del 3DS. E per parlare del 3DS, ovvio, sul palco si sistema il presidentissimo, Satoru Iwata. Che chiacchiera poco e ride meno. Si comincia, finalmente. E invece no. C’è ancora qualcosa da dire a proposito del Wii. Non è tutto Skyward Sword (23 novembre), questo Natale, ma anche Dragon Quest Collection (15 settembre), Just Dance Wii (3 ottobre), Go Vacation (20 ottobre), il nuovo Kirby (27 ottobre), Taiko Drum Master Wii Ketteiban (23 novembre), Itadaki Street (1 dicembre), Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra (8 dicembre) e PokéPark Wii (data di lancio ancora da definire, ma dovrebbe arrivare prima della fine dell’anno). Mica male, come insalata mista. Certo, ha un sapore orientale. Ma, appunto, l’idea della conferenza era quella di concentrarsi sulla scena giapponese. E quindi…

E quindi, finalmente, si inizia a parlare del 3DS. Che al momento, dice Iwata, è più popolare tra i maschietti che tra le ragazzine. A differenza del Wii e del primo DS. Non sia mai. Ecco quindi che, dal 20 ottobre, nei negozi arriverà il 3DS Mystic Pink. Cioè il 3DS rosa e nero. Ha il suo perché, ma quello rosso resta più simpatico. Subito dopo, cioè a novembre, arriverà anche un aggiornamento cicciotto per il firmware della console. Aggiornamento che si porterà dietro la possibilità di registare video ultramatoriali in 3D, un e-Shop parzialmente restaurato (vai a sapere come) e una Piazza Mii ampliata. Iwata accenna anche a nuovi giochini con i pupazzetti della Piazza Mii. Prima arrivano e meglio è, visto che il GdR in miniatura l’abbiamo finito (due volte) da un pezzo.

E poi arriva il momento dei giochi. Tanti, giochi. Molti già annunciati, attesi e conosciuti. Alcuni, invece, nuovi nuovissimi. Si parte con Super Mario 3D Land, che sembra una sorta di Super Mario 64 sviluppato dal team di Super Mario Galaxy. E che poi è esattamente quello che è. Si continua con Mario Kart 7, con il solito mischione di circuiti inediti e piste storiche. E con un power-up che chi se l’aspettava, oh. Torna in scena Metal Mario. Ed è un bel vedere. Sia Super Mario 3D Land che Mario Kart 7 arriveranno prima della fine dell’anno.

Appuntamento per il 2012, invece, per Mario Tennis. Avete capito bene: il tubarolo baffuto e la sua banda torneranno in campo per sfidarsi a racchettoni. Dell’organizzazione del torneo si stanno occupando i tizi di Camelot, che ai fan Nintendo negli ultimi anni sono mancati assai. Lo si vede per la prima volta, Mario Tennis per 3DS, a differenza di Paper Mario, di Luigi’s Mansion 2, di Kid Icarus e di Animal Crossing. Uno più promettente dell’altro. Per quanto riguarda Animal Crossing, oltre all’ovvio supporto di StreetPass e SpotPass, si accenna alla possibilità di decorare l’esterno della propria abitazione. Hai capito che roba.

Sempre nel corso del 2012 arriverà anche il seguito di Tomodachi Collection, bizzarramente intitolato Tomodachi Collection 2. Il primo ha venduto benone ed è stato coccolato soprattutto dalle ragazze, pare. Il secondo probabilmente farà lo stesso. Qui da noi mai arriverà, comunque. Ci sarebbe da sorprendersi del contrario, visto che il gioco è basato (anche) su una diavolo di nanotecnologia vocale impossibile da piegare alle regole grammaticali delle lingue romanze. O una cosa del genere.

Più probabile, invece, che possa arrivare anche da questa parte del pianeta Girl’s Mode, che poi sarebbe la versione 3DS di quello Style Boutique che su DS avrebbe dovuto fare morti e feriti tra le giocatrici in gonnella. E che invece è passato un po’ inosservato. Le sorprese non sono finite, comunque. A questo punto ci si potrebbe pure considerare sazi, anche perché diamine sono le cinque e mezza del mattino. E invece no, Iwata continua a pasturare (mio fratello era pescatore, quindi qualche termine gergale mi è rimasto in testa: perdonatemi). Prima butta per aria una nocciolina tuttogusto come Culchobit (si legge “calciobit”, si spera), un simulatore calcistico rigoroso e serissimo. Almeno quanto le squadre allenate da Zeman. Visto da lontano, sembra fantastico. C’è spazio anche per un nuovo capitolo della Culdcept Saga (in lavorazione negli studi di Omiya Soft). E pure per un Shinrei Camera, che sembra Fatal Frame ma non è. Gli sviluppatori sono gli stessi, comunque. E come horror promette bene. E promette soprattutto qualche esperimento in area Realtà Aumentata, se non Migliorata.

Fire Emblem arriva su 3DS con battaglie 3D e multiplayer

Arriva poi il momento di un nuovo Fire Emblem, che verrà pubblicato la prossima primavera: mappe con sprite piccini piccini per le fasi strategiche, statuette poligonali per le battaglie coreografiche. Tra le novità, da segnalare la possibilità di far attaccare a due unità uno stesso obiettivo contemporaneamente e quella di giocare in multiplayer, anche se non è chiaro come. Una bella pensata per una serie con un suo pubblico. Discorso che vale anche per Dynasty Warriors, che su 3DS arriverà in un episodio battezzato Dynasty Warriors VS. Offre Tecmo Koei.

E da Tecmo Koei a Square Enix il passo è breve (mica tanto, ma ci siamo capiti). E Square Enix ha tra le mani nuovo GdR che si dice mucho classico. Ma anche no, perché vanterà qualche chicca appoggiata alle carte A.R. o R.A. o come diavolo si chiamano. Il GdR in questione si intitola Bravely Default: Flying Fairy e sembra il seguito di Final Fantasy: The Four Heroes of Light. Ma è un’altra roba. Verrà pubblicato nel corso il 2012. Prima della fine dell’anno, invece, arriverà SD Gundam G Generation 3D. Da noi non lo vedremo mai, così a naso. Così come non vedremo Hatsune Miku Project Mirai!, nuovo omaggio Sega a Hatsune Miku, stellina della scintillante scena j-pop. Questa volta la fanciulla ballerà e sculetterà in versione super deformed. Anche bassa e cicciottella, comunque, Hatsune Miku resta sempre carinissima. Prevista la possibiltà di organizzare dei concerti sulla scrivana dell’ufficio abusando delle carte A.R. o R.A. sempre loro comunque.

New Love Plus: funzionerà meglio di Meetic?

Arriveranno anche qui, invece, Resident Evil: Revelations, Ace Combat 3D: Cross Rumble e Tekken 3D: Prime Edition. Tre giochi pesanti per appassionati di vecchia data. Discorso, questo, che vale anche per l’impronunciabile Theatrhythm Final Fantasy, sorta di Ouendan! in salsa Square Enix. Sempre da Square Enix arriverà pure Slime Mori Mori Dragon Quest 3, tutto vispo e colorato tanto quanto gli episodi venuti prima (che io mi ricordi solo il primo è un dettaglio di poco conto). E Level-5? Secondo gli accuratissimi calcoli della banda di One|Game|Shot, la roba loro la vedremo nei prossimi giorni, che sono quelli del Tokyo Game Show. Iwata sbadiglia qualcosa a proposito di Girl’s RPG. Un GdR per fanciulle? Potrebbe anche avere il suo senso. E a proposito di fanciulle… ecco qui un pezzo da novanta destinato a fare numeri importanti: New Love Plus. Dall’otto dicembre, nuove fidanzate virtuali per tutti. O quasi. Nel corso dei mesi invernali verrà pubblicato pure il remake in 3D di Metal Gear Solid 3: Snake Eater. Mentre Kid Icarus, di cui per amor del disordine si torna a parlare solo ora, slitta al 2012. Poco male. Per scusarsi del ritardo, comunque, quelli di Nintendo regaleranno ai fan del loro cherubino una manciata di cortometraggi animati curati da Shft, Studio 4C e Production IG. E che, 100 su 100, saranno meglio dei giochi di prestigio disponibili ora come ora sul canale video del 3DS.

E poi arrivano i mostri. Prima Monster Hunter 3G, di cui già si sapeva da qualche giorno e che verrà pubblicato il 10 dicembre. Tra un attimo, insomma. E poi il bombone, cioè Monster Hunter 4. E avete letto bene, sì. La caccia al mostro continuerà su 3DS. E magari pure su qualche altra console. Così d’istinto, viene facile vederlo accompagnato da una versione Wii U. Ma magari è solo un’allucinazione. Resta il fatto che l’annuncio di Monster Hunter 4 per 3DS non se lo aspettava nessuno. E Monster Hunter 4, assieme a tutti i giochi annunciati in fretta e furia nel corso di un’oretta di conferenza, sembra destinato a dare un turboboost alla macchinetta di Iwata e compagni.

Iwata e compagni che, come si sperava, si sono concentrati solo e soltanto sui giochi. Nessun accenno diretto al monumentale add on-cum-secondo stick analogico che aveva scatenato scene di panico e isteria collettiva giusto qualche giorno fa. O, almeno, nessun accenno diretto. In realtà, con le prime luci dell’alba, è spuntato fuori pure lui. Ma solo sul sito web ufficiale di Nintendo. Costerà 1500 rupie, sarà disponibile da 10 dicembre, funzionerà con una batteria AAA e potrà essere utilizzato per giocare più “comodamente” (o “meglio”, o “peggio”, o quel che volete: l’unica certezza è che è opzionale) a Resident Evil: Revelations, Metal Gear Solid: Snake Eater 3D, Ace Combat 3D: Cross Rumble, Dynasty Warriors VS e Kingdom Hearts 3D. Già, su 3DS arriverà pure Kingdom Hearts. Che cosa voglia dire un add-on del genere è materia per riflessioni ragionate. A questo punto viene facile pensare a una futura e per ora ipotetica nuova versione della macchinetta con tanto di secondo stick, messa in vendita nel corso del 2012? Era una domanda. Domanda alla quale si può ragionevolmente rispondere “anche sì”. Ma non è ancora il momento di pensarci. Anche perché, così d’istinto, prima del prossimo E3 non si avranno aperture in questa direzione. E quello che succederà dopo, succederà. Per il momento, comunque, il Giappone è servito.

8 commenti
  1. Non so perché, ma la prima cosa che mi è venuta in mente guardando la foto del 3ds con l’analog destro è stata: ‘SEDICI BIT PIU’ SEDICI BIT, UGUALE MEGA CD!!!”

  2. Finalmente qualche buona nuova. Purtroppo quell’add-on (di cui Iwata si è ben riservato dal parlarne, per non venir ricoperto da giustissimi insulti) mi ha chiaramente costretto a stare lontano dal 3DS per ancora a lungo. Peccato perché il nuovo trailer di SM3DL me lo fa desiderare carnalmente.

    Certo è che un Luigi Mansion 2 sviluppato fuori dalla Nintendo mi fa tremendamente paura, c’è il rischio che venga fuori una mezza cagata come fu per Yoshi Island 2.

  3. Zave ha detto:

    Avrei preferito pure io un Luigi’s Mansion 2 realizzato internamente, ma quelli di Next Level con Punch Out su Wii hanno dimostrato di saper quel che fanno. La revisione è ancora lontana a mio modo di vedere.

  4. Carlo ha detto:

    Bell’articolo, caro Magiustra, un po’ triste, un po’ autunnale, ma davvero bello! :-)
    Venendo al merito, ora sarebbe interessante capire perché il mercato abbia nuovamente bocciato Nintendo, con una emorragia di azionisti simile a quella ‘post-price-cut’ di metà Agosto.
    La line up non sarà esaltante (un nuovo Mario Tennis, un nuovo Fire Emblem… se proprio non vogliono decidersi ad inventare ‘brand’ nuovi, si concentrino su quelli che l’utenza vorrebbe davvero: un nuovo Yoshi’s Island, tutto EAD, un nuovo F-Zero, un DKR dei Retro magari su portatile…) ma a occhio mi pare la più solida mai vista negli ultimi tempi per una console appena nata. Specie se la console in questione è firmata Nintendo, che è solita far debuttare le proprie macchine con un pugno stitico di giochi. Invece i titoli ci sono, tutti belli, tutti promettenti. Ci sono pure le terze parti! Dove avrebbe sbagliato Nintendo, allora? Perché le sue azioni crollano? Possibile che quel mostruoso accrocchio col secondo stick spaventi tanto (al massimo schifa tanto). O si tratta di semplice speculazione?

  5. Punterei alla semplice speculazione: tutte le volte che ci sono presentazioni e annunci di questo tipo le azioni vanno in altalena con gente che vende e compra più del solito.

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: