Oggi nei negozi: Resistance 3 e gli altri

Insomniac chiude una non-trilogia con il nuovo capitolo di Resistance

Venerdì di uscite interessanti e ben distribuite attraverso le varie piattaforme, questo. Se settimana scorsa è stata la volta delle distribuzione (solo italiana) di Xenoblade Chronicles (Wii), di Driver: San Francisco (tutte quante) e del meh-diocre Bodycount (PS3, X360), oggi a fare la parte del leone c’è Resistance 3, l’esclusiva per PlayStation 3 che apre la stagione delle grandi uscite. Ma oltre a non essere solo, è pure ben accompagnato.

Resistance 3

Formato: PlayStation 3
Pubblicato da: SCEE
Sviluppato da: Insomniac
Compralo qui: 101CD (43,69 €)

Insomniac avrà pure deciso di dedicarsi a tutti i formati esistenti, ma Resistance 3 è ovviamente pensato e proposto unicamente in edizione PlayStation 3. A cinque anni dalla pubblicazione del primo capitolo, che nel 2006 tenne a battesimo la console Sony, si chiude una trilogia. Che però non è una trilogia, ma ormai quasi tutti sono convinti che i grandi giochi viaggino unicamente sul treno dei tre capitoli e quindi… La battaglia per sventare l’invasione dei Chimera continua, dopo qualche ciglio fatto alzare da Resistance 2 nel 2009, ma con lo stesso piglio epico e l’identico taglio cinematografico, che rendono Resistance 3 uno sparatutto ad alto tasso di spettacolarità. Ecco cosa ne pensano in giro per il mondo.

Resistance 3 rappresenta un netto miglioramento sotto ogni aspetto per la saga. Si tratta di uno degli sparatutto più convincenti sul mercato. Se vi piace il genere, vale la pena giocarlo, sia che siate o non siate fan della saga. […] Per due terzi della campagna e per quanto riguarda l’intera esperienza multiplayer, quel che manca in originalità e innovazione viene controbilanciato dalla pulizia e dal puro mestiere. Certo, ci sono ancora dei problemi, delle opportunità mancata e soprattutto una vicenda che tende sul finale ad affievolirsi, piuttosto che tirare le fila di tutti i discorsi, gli impedisce di diventare un grande gioco in tutti i sensi.”
(1UP, B+)

“La linearità di Resistance 3 lo rende più simile a una corsa a perdifiato sul set di un film, ma il film in questione ha sufficiente carisma per meritarsi la visione, con nuove creature e armi che vi aspettano dietro ogni angolo. Fin dal debutto della serie Insomniac si è posizionata a mezza strada tra i cliché da film di serie Z e lo sparatutto in senso più stretto. Le due personalità, in Resistance 3, si muovono a braccetto, creando un’avventura galvanizzante, per quanto prescindibile. Quel che manca è il qualcosa che unisca tutti i piccoli buoni elementi di gioco in un unico tessuto dal tratto realmente epico, ma in veste di FPS un po’ all’acqua di rose, è difficile resistere a Resistance 3.”
(EDGE, 7/10)

Resistance 3 offre la stessa convincente esperienza di gioco dei primi due, con l’unica differenza che questa volta l’azione è più focalizzata e strutturata meglio. Insomniac ha chiaramente scelto di proporre una visione più minuta e personale della grande invasione narrata nella saga. La cosa funziona senza alcun dubbio. Se anche le abnormi operazioni militari sono state sostituite da battaglie in scala ridotta, la sensazione di maestosità è rimasta inalterata. Una vera e propria montagna russa di emozioni dal taglio cinematografico, incapaci di deludere.”
(IGN, 9.0/10)


StarFox 64 3D

Formato: Nintendo 3DS
Pubblicato da: Nintendo
Sviluppato da: Nintendo
Compralo qui: DVD.co.uk (34,90 €)

Inserire qui battuta sul barrell roll

Primo gioco degno di nota ad arrivare su 3DS dopo il lancio a inizio estate di The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D e Resident Evil Mercenaries, StarFox 64 3D ha nella sua natura di remake il più grande limite. Conversione estremamente potenziata del gioco pubblicato nel 1997 su Nintendo 64, rimane tuttora il miglior titolo dedicato a Fox McCloud, non che ci volesse un granché viste le pessime uscite successive. Con l’aggiunta di un’interessante modalità multiplayer che fa buon uso della fotocamera interna del 3DS, StarFox 64 3D è stato coccolato più o meno in tutte le recensioni.

“Un impressionante remake di StarFox 64 che riesce nel compito di migliorare tutto il migliorabile, senza compromettere la magia che ha reso memorabile il gioco originale. Peccato che il multiplayer non supporti il gioco online, altrimenti ci saremmo trovati di fronte a una riedizione virtualmente perfetta. Anche per chi ha giocato allo sfinimento la versione per Nintendo 64, StarFox 64 3D vale i soldi richiesti per godersi un classico re-immaginato, ricco di aggiunte (grafica aggiornata, ottimo sistema di controllo alternativo, etc.). Grazie a livelli entusiasmanti, personaggi unici e un sacco di divertimento e risate, è un acquisto obbligato per ogni possessore di 3DS e uno dei motivi principali per investire nell’acquisto della console.”
(IGN, 9.0/10)

“Di certo è sempre un piacere scoprire (o riscoprire) le tante regioni del sistema di Lylat, con quel suo cast assurdo di personaggi… ma per alcuni l’avventura potrà apparire fin troppo familiare, e in realtà non ci saranno grandi novità per chi ha già sconfitto Andross in passato. Oltretutto l’introduzione del sistema di controllo a base di giroscopio aggiunge poco al pacchetto completo del gioco, non riuscendo a offrire la stessa reattività del sistema tradizionale. Inoltre, anche considerando il remake visivo, il prezzo è troppo alto per un gioco vecchio di 14 anni e che potete comprare per dieci Euro sulla Virtual Console del Wii. Nonostante tutto StarFox 64 3D resiste al passare del tempo e, sia che siate nuovi fan o vecchi conoscitori, il divertimento non mancherà.”
(GameSpot, 7.5/10)

“Un’altra operazione portata a termine con sapienza e capacità da Nintendo, come nel caso di Ocarina 3D. Il problema è che, proprio vista la qualità espressa da un vecchio titolo come StarFox 64, viene lecito aspettarsi più giochi inediti dagli stessi creatori. Luigi, Mario e Kid Icarus si faranno ancora aspettare per qualche mese, fino ad allora giocherò volentieri con Slippy, Peppy e quello stronzo di Falco.”
(Eurogamer, 8/10)



Dead Island

Formato: PS3, Xbox 360, PC
Pubblicato da: Deep Silver
Sviluppato da: Techland
Compralo qui: Game.co.uk (44,79 € – PS3/X360)

Zombie e vacanze: una storia vera per molti

Dall’etichetta polacca già responsabile della saga di Call of Juarez, arriva una sorta di ibrido tra gioco di ruolo e gioco d’azione ad alto tasso di mazzate. Dead Island ha fatto parlare di sé grazie a un trailer particolarmente azzeccato, piuttosto che meccaniche di gioco intriganti. Perlomeno all’inizio, poi le versioni recensibili sono arrivate nelle redazioni e il dibattito si è aperto. I voti vanno dall’orrido al glorioso, esaltando o accusando l’ambientazione a base di palme e zombie e la gestione delle tante armi con cui i quattro eroi possono provare a ridurre in poltiglia i non-morti che li circondano.

“Probabilmente Dead Island non vincerà alcun premio come miglior gioco dell’anno: visivamente ha qualche bug, il sistema di controllo richiede tempo prima di diventare accettabile e la presentazione in generale lascia un po’ a desiderare. Ma il gioco ha anche tanti prego. Il mondo da esplorare è vasto, gli zombie da uccidere migliaia e le side quest una tonnellata. Dopo aver portato a termine la storia principale, evitando molte missioni secondarie, sono però ansioso di ricominciare, e non è qualcosa che mi capiti di dire spesso.”
(IGN, 8/10 – in riferimento alle versioni Xbox 360/PS3)

“In qualità di gioco di ruolo ambientato in un mondo aperto, basato sullo sterminio di zombie assieme a qualche amico, Dead Island offre un sacco di possibilità e ne approfondisce un buon numero, anche se in maniera non sempre convincente. Un singolo giocatore può impiegare almeno 20 ore per terminarlo, ma molte di più se deciderà di gingillarsi con tutte le risorse di gioco messe a disposizione dal paradiso polinesiano. Se non lo si approccia aspettandosi un nuovo survival horror o uno sparatutto, o qualcosa con dei personaggi interessanti, allora ci si divertirà un bel po’.”
(Gamespot, 7.0/10 – in riferimento alle versioni Xbox 360/PS3)

“Per quanto uccidere gli zombie a tratti sia una goduria, Dead Island è costituito unicamente da due tipo di missioni che non siano ‘uccidi orda di zombie A nel punto B’: quelle in cui si chiede di raccogliere qualcosa e quelle in cui si chiede di raccogliere qualcos’altro. E per quanto provi a dare una smossa alla ricetta includendo nuove tipologie di zombie, si tratta alla fine di nemici frustranti, che è meglio perdere che trovare (a meno che non vi piaccia sprecare ore provando a sgretolare una montagna di hit point con un cucchiaino). Non è il mio compito dire agli sviluppatori come realizzare un gioco, ma un mondo aperto popolato da zombie ha molto più potenziale di quanto non si rifletta nel titolo di Techland. Di certo ci si può divertire un bel po’, ma non sorprendetevi se dopo aver ucciso zombie in ogni modo possibile, vi scoprirete piuttosto annoiati.”
(1UP, B-)


El Shaddai: Ascension of the Metatron

Formato: PS3, Xbox 360
Pubblicato da: Ignition/Konami
Sviluppato da: Ignition Tokyo
Compralo qui: Gameplay (41,51 € – PS3/X360)

El Shaddai: bellissimo da vedere, ma da giocare? La critica si divide

Fisico palestrato, lineamenti da fotomodello e chiappe fasciate in un paio di jeans Edwin: Enoch, atletico scriba al servizio di dio, è il protagonista assoluto di El Shaddai: Ascension of the Metatron, da oggi nei negozi italiani (distribuisce Halifax). Gioco d’azione & d’avventura dipinto con pennelli ultraraffinati, è stato sviluppato da uno degli studi interni di UTV Ignition (gli stessi studi smantellati giusto prima dell’estate). Curato in prima persona da Sawaki Takeyasu, già coinvolto in una robetta da niente come Okami per PlayStation 2, El Shaddai è costruito su fondamenta classiche ma non troppo. Combattimenti altamente acrobatici. Fasi platform in due e tre dimensioni ma comunque sempre un po’ tirate via. Una sceneggiatura a base di angeli, demoni e grigori sistemata in precario equilibrio su un testo apocrifo, “Il Libro di Enoch”. La formula non è eccezionale, ma ci pensa l’eccezionale presentazione grafica a dare un senso al tutto. In effetti, a livello d’immaginario, El Shaddai è piuttosto fuori parametro. Se avete voglia di esplorare un mondo che non c’è fatto di visioni, allucinazioni e mandolini, dovrebbe fare al caso vostro.

El Shaddai è un gioco sontuoso, cui sarebbe valsa la pena giocare anche se il sistema di combattimento si fosse rivelato mediocre. Ma Ignition ha fornito motivi per godersi El Shaddai al di là della splendida veste grafica. I combattimenti fanno buon uso del limitato set di mosse, creando un’esperienza di gioco seducente, che richiede attenzione e precisione”.
(Gamespot, 8.0/10)

“Non sono mai riuscito a entrare nella ‘cadenza’ di El Shaddai, anche perché il gioco, semplicemente, non ha alcun ritmo. Ancora più importante: anche dopo averlo finito non ho mai avuto la sensazione di aver davvero fatto qualcosa. Non ho mai creduto di essere migliorato, di essere diventato davvero bravo, pur avendolo finito. Non ho mai pensato che il gioco stesse migliorando. Stavo solo procedendo meccanicamente. Attraverso dei meccanismi oltretutto terribilmente noiosi, capaci di mettere a dura prova la pazienza più di quanto non sia disposto ad ammettere.”
(IGN, 5.0/10)

“Un gioco come El Shaddai è un’esperienza rara all’interno di una generazione di console. La splendida realizzazione grafica, le ambientazioni spettacolari, il gameplay efficace (per quanto non esente da difetti) e la sua capacità di affondare le mani in una certa mitologia lo rendono differente da qualsiasi titolo abbiate mai provato. Occasionalmente può rivelarsi frustrante, ma alla fin dei conti l’esperienza è talmente appagante, che val la pena passare sopra a qualche problema. Ma tralasciando tutto, quel che davvero è significativo è che non vi dimenticherete presto di El Shaddai, anche dopo averlo completato.”
(GamePro, 4.5/5)

Hai qualcosa da dire a riguardo?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: